Notizie
Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore I Migliori Anni Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore Dance Ascolta Radio Amore Rock



Tiziano Motti è noto per l'attività svolta in qualità di deputato al Parlamento europeo nel quinquennio 2009/2014 e per quella di imprenditore nel campo della comunicazione e dell'editoria internet e cartacea, ma ha un volto musicale ancora tutto da scroprire.

"Ho voglia di guardare il mare" è il secondo singolo di Tiziano Motti: una ballata che si discosta dalla maggior parte dei brani dell'album anche nell'interpretazione, basata sulla doppia traccia vocale, priva di dominante, che percorre note differenti della stessa linea melodica addolcendo il timbro generalmente più graffiato della sua interpretazione.

"Viviamo freneticamente, o meccanicamente, inseguendo obiettivi così sintetici che se solo ci fermassimo un attimo a pensare, non ne riconosceremmo l'utilità reale. "Siamo carne in scatola ai cento all'ora in autostrada, finché dura, finché va", canto in un altro brano dello stesso album: siamo qui, presenti, ma abbiamo perso il senso della vita. L'avere assorbito tutte le cose superficiali, quelle che si descrivono con parole tecniche, difficili e che in realtà contano così poco, renderebbe necessaria una disintossicazione, prima di ritrovarci anziani con un cellulare in mano o un'altra diavoleria per connetterci con tutto ciò che è virtuale, soli, a guardarci indietro scoprendo di non avere mai vissuto veramente.

Il mare, da cui ha preso vita tutto, è nell'ispirazione di questa canzone il punto di riferimento per riacquistare un rapporto vero prima di tutto con noi stessi, e con ciò che ci circonda: "abbandonarsi al suono delle onde con meno avere e più essere".
E l'amore non poteva che essere la meta finale di questo breve viaggio musicale di ricongiunzione con le cose importanti della vita, che abbiamo dentro ma che stiamo quotidianamente soffocando per fare spazio ad altro."

Ascoltiamo "la Verità", il brano pop-rock emiliano con un testo che "punge" i potenti e gli stessi politici richiamandoli alla necessità di un rapporto diretto, nel linguaggio e nei fatti, con i cittadini e con i più deboli. Il videoclip ha raggiunto in un paio di mesi 189.000 visualizzazioni, raccogliendo commenti positivi e aprendo la strada ad alcune versioni remix.