Notizie
Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore I Migliori Anni Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore Dance Ascolta Radio Amore Rock
albanese resta in carcere

Viaggiava con documenti falsi, biglietto falso e foto con in braccio un fucile da guerra nello zaino, nella speranza di raggiungere Londra partendo da Catania. Speranza sfumata perché il 30enne Ziadin Gjorgji non soltanto è stato bloccato prima di spiccare il volo dall'aeroporto Vincenzo Bellini, ma è finito in galera per fabbricazione e possesso di documenti falsi e di utilizzo indebito di carta di credito.

Succedeva tre giorni fa, ma solo oggi si apprende della decisione del Gip di Catania di convalidare il fermo con un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. L'uomo è stato interrogato ieri dal giudice per le indagini preliminari. All'albanese al momento non è contestata la finalità terroristica ma sono in corso indagini delegate dalla procura alla Polizia aeroportuale, alla Squadra mobile, alla Digos e alla Polizia postale per "valutare la sussistenza di più gravi ipotesi di reato".

In particolare la Procura di Catania spera, grazie ad accertamenti irripetibili sul computer dell'albanese, di ricostruire la rete di contatti che hanno permesso all'uomo di procurarsi i documenti falsi.