Notizie
Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore I Migliori Anni Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore Dance Ascolta Radio Amore Rock
allarme smart drugs

Effetti devastanti sulla psiche dopo una sola assunzione

Prendi un sito internet dal nome accattivante come “zamnesia.com”: ufficialmente vende semi di canapa, vaporizzatori e strumenti per la coltivazione. Tutti sanno però che è uno strumento “discreto” (c’è scritto anche sull’home page, nel riquadro dedicato alla spedizione) per ricevere a casa tua una bella dose di droga da spararti solo o in compagnia.

Zamnesia, così come tanti altri siti di shop online, sono la nuova frontiera delle “smart drugs”: droghe intelligenti, basta tradurre dall’inglese, perché formalmente non sono vendute come stupefacenti, ma come integratori, fertilizzanti o sali da bagno. Offrono le stesse ‘sensazioni’ degli stupefacenti comuni, ma le loro molecole spesso producono degli effetti devastanti sul cervello umano, anche solo dopo la prima assunzione. L’allarme è contenuto in uno studio depositato a Palazzo Chigi appena un mese fa. Per gli scienziati, le patologie scatenate dall’uso di queste sostanze variano dai disturbi della personalità, alla perdita della memoria, fino ad autentiche malattie psichiche. I consumatori – come recentemente ha pubblicato l’Espresso in un dossier - finiscono per rivolgersi al medico perché si accorgono di non essere più gli stessi. Vivono in uno stato di confusione permanente: il cuoco non ricorda più le ricette, il camionista si perde nella sua città, l’universitario con i comportamenti di un bambino. Per le donne non sono rare lacerazioni agli organi sessuali, dopo vere e proprie maratone sessuali. Quando arrivano in ospedale nessuno sa come curarli. Le notti di trasgressione finiscono con allucinazioni, rapine, violenze.

Tra la comunità omosessuale è diffusissimo l’Mdpv, uno stimolante con effetti superiori alla cocaina ma minor costo. Le sostanze vengono reclamizzate con accattivanti campagne pubblicitarie, accompagnate da confezioni colorate. Brand del tipo:“Fefé”, “Meow Meow”,“Bonzai”, “Katy Pus”. Possono essere ingerite, sniffate, inalate, fumate, iniettate e perfino assunte per via rettale, per raggiungere subito lo sballo. Il mix di molecole buttate giù non è dichiarato sulle confezioni. I consumatori si “calano” dunque bombe chimiche dagli effetti sconosciuti. Che portano all’aumento di espansività, eccitazione sessuale e socievolezza, ma di fatto producono sull’organismo effetti gravi e in alcuni casi letali. Come procurasi queste droghe? Facile, come detto. Basta andare su uno dei tanti siti di e-commerce che vendono arredi o vestiti, ed ecco spuntare la pubblicità di mefedrone o ketamina, stupefacenti dagli effetti stimolanti, allucinogeni e anestetici. Letali, ma piazzati come tanti altri prodotti. Nessuna registrazione dell’inserzionista e pochi rischi di essere beccati. Anonima, discreta, la merce arriva ovunque, grazie ai pagamenti elettronici e a corrieri che ignari consegnano quello che sulla bolla è descritto come “giocattolo” o “articolo di erboristeria”. Oggi le società di spedizione possono far arrivare tutto ovunque, così composti illegali arrivano comodamente a casa in maniera legale. Il prezzo, quello vero, lo paghi dopo.