L'Editoriale
Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore Nostalgia Ascolta Radio Amore Blu Ascolta Radio Amore OneDance Ascolta Radio Amore Rock
“processione

Sembra proprio che i boss mafiosi, in Sicilia, ci tengano all’omaggio delle processioni religiose. L’ultimo episodio, quantomeno sospetto, è avvenuto a San Michele di Ganzaria, Comune all’estrema periferia della provincia di Catania dove la processione del venerdì santo avrebbe deviato il suo percorso per passare davanti all’abitazione del boss Francesco La Rocca, detenuto per reati di mafia.

L’indignazione delle istituzioni c’è stata: il sindaco si è tolto la fascia; il comandante dei carabinieri sembra che si sia allontanato. Ma c’è chi racconta che qualcuno, all’arrivo della processione davanti casa del padrino, abbia applaudito.

Non esiste al momento un reato specifico previsto dal codice penale per punire chi ‘omaggia’ i mafiosi deviando le processioni o facendo piegare statue di santi, cristi e madonne, ma di certo lo spettacolo che salta fuori da questi teatrini è veramente sconfortante. Viene fuori lo spaccato di una Sicilia timorata, ma non certo di Dio. Fedele, ma non certo alla religione. Eppure perennemente in ginocchio.

ASCOLTA L'EDITORIALE

Email: direttore@grupporadioamore.it

Twitter: @aspitaleri

ACCEDI PER COMMENTARE QUESTO ARTICOLO



Per ascoltare il Direttore Antonio Spitaleri in radio, sintonizzati su:

Radio Amore (Fm 99,00 per CT,SR,EN,RG,CL; 105.80 per ME; 88.30 per PA)
Tutti i giorni alle 7, 18, 19, 21 con Il Radiogiornale e L'Editoriale

Radio Amore Nostalgia (Fm 91,60 per CT,SR,EN,RG,CL; 104.90 per ME)
Tutti i giorni alle ore 6.30, 18.30, 19.30, 22.30 con Il Radiogiornale e L'Editoriale

Radio Amore Blu (Fm 92,00 per CT)
Tutti i giorni alle ore 7.15, 20.15, 21.15 con Il Radiogiornale e L'Editoriale

N.B. Per le zone non raggiunte dal segnale FM, è possibile ascoltare la radio in streaming cliccando QUI.

Antonio Spitaleri

Antonio Spitaleri, giornalista professionista, è il direttore responsabile del Gruppo Radio Amore. In quattordici anni di carriera ha lavorato a Roma, Siracusa, Catania. Già corrispondente dell'Agenzia nazionale radiofonica Area, per 7 anni ha curato la cronaca nera e la giudiziaria ad Antenna Sicilia, prima emittente tv siciliana, conducendo tg e trasmissioni d'informazione. Laureato in Giurisprudenza e utopista del giornalismo: crede che la realtà vada raccontata e difesa. Nonostante tutto.