L'Editoriale
Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore Nostalgia Ascolta Radio Amore Blu Ascolta Radio Amore OneDance Ascolta Radio Amore Rock
Pietro Ciucci si dimette

Se gran parte delle strade italiane (specialmente quelle del sud) fossero realizzate coi mattoncini Lego, probabilmente collasserebbero meno di quelle fatte di cemento armato. Ragion per cui non c’è affatto da stupirsi se il numero uno dell’Anas, Pietro Ciucci, prima di essere mandato via a calcioni nel sedere dal nuovo ministro dei Trasporti Graziano Delrio, abbia deciso “spontaneamente” di farsi da parte per “favorire più opportune decisioni in capo all’azienda”.

Certo che sarà stata dura lasciare la poltrona dopo otto lunghi anni di potere, ma così è la vita e probabilmente dalle Parti di Palazzo Chigi non avranno gradito tre disastri in pochi mesi in Sicilia e una serie di pesanti scivoloni non sfuggiti agli attenti osservatori. Ricordate il crollo del viadotto Scorciavacche sulla Palermo-Agrigento, franato dopo una settimana dall’inaugurazione? Ecco, per questa figuraccia il Premier aveva chiesto all’Anas la testa del responsabile. Pietro Ciucci fa il suo dovere: rimuove l’ingegnere Claudio Bucci, dirigente dell’Area progettazione e nuove costruzioni. Peccato che Bucci, invece di essere spedito a fare altro, vada a ricoprire lo stesso incarico nientemeno che a l’Aquila.

Ma non è finita qui, perché al posto del dirigente rimosso, l’Anas nomina – e in 48 ore revoca – Sergio Lagrotteria, condannato in primo grado (e poi assolto in appello) per tangenti ed escavazioni selvagge. Nel mondo di Cetto Laqualunque tutto questo è possibile, a quanto pare anche in quello di Ciucci ma non nel nostro. E quindi auguriamo al numero uno di Anas di cambiare strada pur restando nel settore delle costruzioni. Pare che si sia liberato un posto in Playmobil.

Email: direttore@grupporadioamore.it

Twitter: @aspitaleri

ACCEDI PER COMMENTARE QUESTO ARTICOLO



Per ascoltare il Direttore Antonio Spitaleri in radio, sintonizzati su:

Radio Amore (Fm 99,00 per CT,SR,EN,RG,CL; 105.80 per ME; 88.30 per PA)
Il Radiogiornale da Lun pomeriggio a Sab alle ore 7, 18, 19, 21
L'Editoriale dal Lun a Ven alle ore 7, 14, 19

Radio Amore Nostalgia (Fm 91,60 per CT,SR,EN,RG,CL; 104.90 per ME)
Il Radiogiornale da Lun pomeriggio a Sab alle ore 6.30, 18.30, 19.30, 22.30
L'Editoriale da Lun a Ven alle ore 6.30, 14.30, 19.30

Radio Amore Blu (Fm 92,00 per CT)
Il Radiogiornale da Lun pomeriggio a Sab alle ore 7.15, 20.15, 21.15
L'Editoriale da Lun a Ven alle ore 7.15, 13.15, 20.15

N.B. Per le zone non raggiunte dal segnale FM, è possibile ascoltare la radio in streaming cliccando QUI.

Antonio Spitaleri

Antonio Spitaleri, giornalista professionista, è il direttore responsabile del Gruppo Radio Amore. In quattordici anni di carriera ha lavorato a Roma, Siracusa, Catania. Già corrispondente dell'Agenzia nazionale radiofonica Area, per 7 anni ha curato la cronaca nera e la giudiziaria ad Antenna Sicilia, prima emittente tv siciliana, conducendo tg e trasmissioni d'informazione. Laureato in Giurisprudenza e utopista del giornalismo: crede che la realtà vada raccontata e difesa. Nonostante tutto.