L'Editoriale
Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore I Migliori Anni Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore Dance Ascolta Radio Amore Rock
viaggio odissea sul treno Catania-Palermo

Ci possono essere carri bestiame confortevoli, mediamente puliti, colorati. Ma un carro bestiame sempre carro bestiame resta. Se non mi credete, armatevi di coraggio e pazienza e provate il brivido di un viaggio (andata e ritorno in giornata) sul Regionale veloce Catania-Palermo.

Chi ha studiato Darwin, e sa cosa vuol dire “selezione naturale”, scoprirà che non c’è un attimo da perdere quando si tratta di accaparrarsi un posto. Scordatevi la parola buonsenso, sconosciuta del resto in casa Trenitalia: i posti sono limitati - anche se il costo del biglietto è uguale per tutti - e chi arriva tardi rischia di fare almeno metà del viaggio in piedi, come è successo ieri al sottoscritto. Ora, immedesimatevi nel povero disgraziato di turno che si sveglia alle sei, prende il primo treno per Palermo; sbriga i suoi affari di lavoro e corre come un disperato in stazione per non perdere il Minuetto delle 15.38: unico convoglio, si e no 300 posti a sedere.

Già di per sé la giornata è stata sfiancante ma è niente rispetto all’ora e 40 minuti passata a ballonzolare attaccato alla maniglia esterna del cesso, fino all’arrivo a Caltanissetta. Ogni tanto il controllore passa e allarga le braccia, liquidando chi si lamenta con un “non mi dica niente, lo so”. E intanto nel carro bestiame chi è in piedi resta in piedi. Illuso chi pensa di incontrare la solidarietà di qualche siciliano dal cuore grande; qualcuno che ti domandi se vuoi sederti anche solo 10 minuti per non collassare. L’unico a farlo è un giovane marocchino, tra lo stupore generale. Del resto è raro incontrare un essere umano in un carro bestiame...

Email: direttore@grupporadioamore.it

Twitter: @aspitaleri

ACCEDI PER COMMENTARE QUESTO ARTICOLO



Per ascoltare il Direttore Antonio Spitaleri in radio, sintonizzati su:

Radio Amore (Fm 99,00 per CT,SR,EN,RG,CL; 105.80 per ME; 88.30 per PA)
Il Radiogiornale da Lun pomeriggio a Sab alle ore 7, 18, 19, 21
L'Editoriale dal Lun a Ven alle ore 7, 14, 19

Radio Amore Nostalgia (Fm 91,60 per CT,SR,EN,RG,CL; 104.90 per ME)
Il Radiogiornale da Lun pomeriggio a Sab alle ore 6.30, 18.30, 19.30, 22.30
L'Editoriale da Lun a Ven alle ore 6.30, 14.30, 19.30

Radio Amore Blu (Fm 92,00 per CT)
Il Radiogiornale da Lun pomeriggio a Sab alle ore 7.15, 20.15, 21.15
L'Editoriale da Lun a Ven alle ore 7.15, 13.15, 20.15

N.B. Per le zone non raggiunte dal segnale FM, è possibile ascoltare la radio in streaming cliccando QUI.

Antonio Spitaleri

Antonio Spitaleri, giornalista professionista, è il direttore responsabile del Gruppo Radio Amore. In quattordici anni di carriera ha lavorato a Roma, Siracusa, Catania. Già corrispondente dell'Agenzia nazionale radiofonica Area, per 7 anni ha curato la cronaca nera e la giudiziaria ad Antenna Sicilia, prima emittente tv siciliana, conducendo tg e trasmissioni d'informazione. Laureato in Giurisprudenza e utopista del giornalismo: crede che la realtà vada raccontata e difesa. Nonostante tutto.