Notizie
Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore I Migliori Anni Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore Dance Ascolta Radio Amore Rock
Sanremo 2015

La prima serata della 65° edizione del Festival di Sanremo si è conclusa ieri in grande stile. Un palco semplice e tecnologico, un presentatore a proprio agio, bellissime canzoni e tempistiche perfette.

Un plauso per la scelta di artisti italiani come ospiti, che non hanno messo in ombra i big in gara. Un Tiziano Ferro che, emozionato, delizia le orecchie del pubblico con il suo vasto repertorio, dimostra e comunica che in Italia ci sono tanti grandi artisti amati e rispettati oltre il confine. E’ certamente più corretto valorizzare loro evitando di dover gonfiare il budget invitando fenomeni musicali dalla breve vita artistica.
Per non parlare dell'accoppiata Albano e Romina, mossa astuta gradita da tutti gli italiani, nonostante le loro performance non abbiano soddisfatto le aspettative.

Sanremo 2015 Carlo Conti e le vallette

Tanto si è discusso sugli abiti delle vallette, poco importanti all’interno di una kermesse canora, anche perché il cambio d’abito è risaputo essere un tacito defilé di haute couture. Si è invece poco parlato della scelta strategica delle stesse. Due cantanti dal semplice aspetto e dalle differenti voci (una limpida, l’altra graffiante) in grado di poter arricchire lo spettacolo con piccoli momenti musicali. Ricordiamo l’emozionante interpretazione de “Il Carrozzone” di Renato Zero, dedicato agli ultimi grandi artisti che ci hanno lasciato.
Rocío Muñoz Morales un nome un po’ complesso da ricordare, ma una donna dal gradevolissimo aspetto e dalla personalità aperta e simpatica. Anche lei molto semplice e naturale. Una grande scoperta per chi non la conosceva, apprezzata sia dalla sfera maschile, sia da quella femminile, sia… dai “gamberetti”!

Carlo Conti, conduttore, ex dj, amante della musica, da anni si sperava potesse gestire il più grande spettacolo musicale italiano. E finalmente, dopo tanti flop, ecco un vero professionista: impeccabile in tutto. Ha gestito alla perfezione ogni minuto della kermesse delineando uno spettacolo piacevole in tutto e per tutto.

A parte il poco simpatico, a tratti indelicato, monologo comico di Siani (ci domandiamo perché, tra i tanti capaci comici che abbiamo in Italia, sia stato invitato per la seconda volta all’Ariston), la prima serata merita un grosso “MI PIACE”.


In attesa della seconda serata, stiliamo una classifica provvisoria dei primi 10 cantanti in base ai gusti dei nostri ascoltatori:


  1. Nek - Fatti avanti amore – grande energia e splendida canzone radiofonica
  2. Chiara - Straordinario – la canzone più orecchiabile del Festival
  3. Lara Fabian - Voce - decisa e sicura di sé, Lara ha proposto una versione remix alle radio davvero bellissima
  4. Annalisa - Una finestra tra le stelle – delicata e semplice, Annalisa è piaciuta al pubblico
  5. Gianluca Grignani - Sogni infranti – incomprensibile sul palco, rende davvero bene in radio
  6. Alex Britti - Un attimo importante - non sembra essere entrata nel cuore degli italiani nonostante il grande lavoro musicale che c'è dietro
  7. Malika Ayane Adesso è qui – “silenzi per cena” a parte, la canzone è davvero bella
  8. Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi - Io sono una finestra – bella canzone, bel testo… ma poco adatta al mondo radiofonico
  9. Dear Jack - Il mondo esplode tranne noi – tipica canzone da boyband sentita più volte
  10. Nesli - Buona fortuna Amore – ha colpito meno di tutti, ma proviamo ad ascoltarla ancora…!

Nella serata di stasera 11 febbraio ascolteremo gli altri 10 artisti in gara: Nina Zilli, Marco Masini, Anna Tatangelo, Raf, Il Volo, Irene randi, Biggio e Mandelli (i soliti idioti), Lorenzo Fragola, Bianca Atzei e Moreno. Ospiti: Biagio Antonacci e Concita Wurst.