Home
Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore I Migliori Anni Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore Dance Ascolta Radio Amore Rock
Palermo, colpo di scena politico: indagato Ferrandelli

Palermo, colpo di scena politico: indagato Ferrandelli

Palermo: avviso a comparire per il candidato sindaco di Palermo, ex pd ed ex Idv, Fabrizio...

Catania: fine della latitanza del boss Andrea Nizza

Catania: fine della latitanza del boss Andrea Nizza

Catania: arrestato il boss latitante Andrea Nizza, tra i 100 latitanti più pericolosi...

Se lo Stato non è latitante

Se lo Stato non è latitante

È notizia di ieri l’arresto del superlatitante catanese Andrea Nizza da parte dei...

Catania: operazione 'Penelope', spuntano gli affari del clan Cappello

Catania: operazione 'Penelope', spuntano gli affari del clan Cappello

Catania: blitz contro il clan Cappello-Bonaccorsi, 31 arresti. La compagna del boss portava...

Abbassare la voce

Abbassare la voce

Per chi fa il giornalista spesso è difficile capire quando è ora di fermarsi: cosa è...

  • Palermo, colpo di scena politico: indagato Ferrandelli

  • Catania: fine della latitanza del boss Andrea Nizza

  • Se lo Stato non è latitante

  • Catania: operazione 'Penelope', spuntano gli affari del clan Cappello

  • Abbassare la voce

ULTIME NOTIZIE

Facebook diventa nostro fan

Classifica musica ITALIANA

1. Differente - Nek
2. Made in Italy - Ligabue
3. Potremmo ritornare - Tiziano Ferro
4. Sai che - Marco Mengoni
5. L'ultimo treno della notte - Tiromancino
6. Lo sai da qui - Negramaro
7. Completamente - The Giornalisti
8. Rabbia - Samuel
9. Vanità - Giorgia
10. Amami amami - Minacelentano

Classifica musica DANCE

1. Crank it woah! - Kideko George
2. Cutting shapes - Don Diablo
3. Don't Leave - Snakehips ft.MO
4. Move your body - Sia (Alan Walker remix)
5. No Lie - Sean Paul ft. Dua Lipa
6. Not in love MO ft. Kent Jones
7. Ritual - Marshmello
8. Rockabye - Clean Bandit ft. Sean Paul & Anne Marie
9. Shape of you - Ed Sheeran
10. Tutto molto interessante - Fabio Rovazzi

Spazio Novità (Emergenti On Air)

  • Antonio Maggio - Amore pop
  • Double Trouble - Cenere
  • Christian Palladino - Chiasso
  • Giulia Luzi - Viversi in un attimo
  • Alberto Salaorni - Un uomo normale
  • Pasquale Battista - Senza contorno
  • Giuseppe Ricca - Pagina 1
  • Luca Capizzi - Estasi
  • Daniele Ronda - Che spettacolo è

Video del mese

Promo discografiche

APP Smartphone

Scarica le App di Radio Amore

 

Quando la realtà supera la fantasia...

Gentili lettori,

ritorno con un mio articolo dopo una breve pausa motivata da una serie di impegni professionali, per affrontare una problematica di cui, tanto per cambiare, nessuno parla.
Premetto che quanto dirò appresso non vincola in alcun modo la categoria cui appartengo ma soltanto me stesso.
Parlerò del giornalismo in generale per esprimere tutto il mio disappunto per come vengono trattate le notizie.
Il presente articolo ovviamente non è rivolto a un giornalista in specifico o alla categoria in generale in quanto tutti sappiamo l’importanza del ruolo, anche sociale, che riveste, così come sappiamo che in Italia ci sono tantissimi giornalisti straordinari.
Io mi riferisco al giornalismo in generale per constatare che mi farebbe piacere leggere sui giornali notizie complete, senza possibilmente avere una visione soltanto parziale degli avvenimenti.
La cronaca di tutti i giorni è ricca di eventi buoni o cattivi riportati sui giornali che qualche volta a mio modesto parere non vengono approfonditi.
Mi riferisco, in particolare, all’ultimo caso di cronaca relativo al neonato rapito nell’Ospedale di Nocera nel Salernitano.
Attraverso i mass/media abbiamo sentito le testimonianze della mamma naturale, del padre, della mamma “adottiva” e del convivente.
Addirittura sono stati intervistati i colleghi della rapitrice che, come è noto, è dipendente della struttura ospedaliera “A. Cardarelli” di Napoli. Ma la gente comune tra cui annovero me stesso si domanda: “Ma è normale che a tre ore dal parto, un estraneo si intrufoli in un Ospedale e con la massima serenità si prenda un bambino appena nato e lo porti comodamente a casa sua?”
Io credo proprio di no e mi domando come mai i dirigenti della suddetta struttura sono ancora al posto loro così come i responsabili della sicurezza?
Mi domando come è possibile che nessuno si è accorto di nulla?
Allo stato non sappiamo se vi sono indagini in corso per accertare le responsabilità di qualche amministratore sanitario.
A me, infatti, non colpisce il fatto che una signora, forse squilibrata, avesse fatto quest’atto assurdo ma il fatto che abbia potuto farlo liberamente.
Mi colpisce, inoltre, la circostanza che la stessa è una infermiera del più grande ospedale del mezzogiorno possa rapire i bambini appena nati o simulare una gravidanza nell’indifferenza generale (i colleghi la consideravano equilibrata).
Non capisco perché sui giornali non vengano messi in risalto questi aspetti e soprattutto non ci si pongano le stesse domande.
Ma perché la collettività deve pagare una struttura ospedaliera e accettare passivamente tutto quello che ivi succede?
Perché invece di parlare di Berlusconi e delle sue preferenze sessuali dalla mattina alla sera o di presunte o vere indagini nei confronti di questo o quel politico non cerchiamo di capire, tutti insieme, con l’aiuto dei giornali, cosa succede al sistema Italia?
Perché una volta tanto non si rema tutti nella stessa direzione e si cerca di capire come migliorare questo paese ormai alla deriva?
Perché invece di fare inchieste giornalistiche che spesso si rivelano faziose a prescindere dalla appartenenza a questo o quel partito, non cerchiamo di affrontare meglio le questioni più importanti?
 Mi piacerebbe, giusto per restare in tema, che dopo l’episodio di cronaca sopra menzionato, i cittadini possano sentirsi più sicuri almeno quando sono ricoverati negli ospedali.
Mi appello quindi alla magistratura affinché possa aiutarci nel raggiungimento dell’obiettivo e mi appello ai giornali affinché possano dare il proprio contributo e aiutarci a capire il perché qualche volta la realtà supera la fantasia!

Napoli, 10 giugno 2010

Avv. Ermanno S.D. Santorelli

 

Leggi gli articoli precedenti :

Lippi e i mondiali

Vergogna! Parte III - The End

Vergogna! Parte II

Vergogna!

Napoli - Parma 2-3

Le bellezze della Campania

L'Europa