Home
Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore I Migliori Anni Ascolta Radio Amore Ascolta Radio Amore Dance Ascolta Radio Amore Rock
Luoghi (comuni) di mafia

Luoghi (comuni) di mafia

Da giorni sul web viene rilanciato il manifesto pubblicitario ideato da un tour operator...

Paternò: sgarro alla mafia, così è morto l'imprenditore Caponnetto

Paternò: sgarro alla mafia, così è morto l'imprenditore Caponnetto

Paternò: un posto di lavoro prima promesso e poi negato a un uomo del clan, per questo...

Palermo: collabora con i carabinieri, gli bruciano l'auto

Palermo: collabora con i carabinieri, gli bruciano l'auto

Palermo, aveva contribuito a far arrestare nel 2016 alcuni boss e gregari di mafia:...

Vogliamo più “sbirri”

Vogliamo più “sbirri”

Le manifestazioni in tutta Italia nel ricordo delle vittime di mafia, con tanti giovani in...

Agrigento: precipita ultraleggero, muore pilota

Agrigento: precipita ultraleggero, muore pilota

Agrigento: ultraleggero a bassa quota colpisce cavi dell'alta tensione e si schianta al...

  • Luoghi (comuni) di mafia

  • Paternò: sgarro alla mafia, così è morto l'imprenditore Caponnetto

  • Palermo: collabora con i carabinieri, gli bruciano l'auto

  • Vogliamo più “sbirri”

  • Agrigento: precipita ultraleggero, muore pilota

ULTIME NOTIZIE

Facebook diventa nostro fan

Classifica musica ITALIANA

1. Differente - Nek
2. Made in Italy - Ligabue
3. Potremmo ritornare - Tiziano Ferro
4. Sai che - Marco Mengoni
5. L'ultimo treno della notte - Tiromancino
6. Lo sai da qui - Negramaro
7. Completamente - The Giornalisti
8. Rabbia - Samuel
9. Vanità - Giorgia
10. Amami amami - Minacelentano

Classifica musica DANCE

1. Crank it woah! - Kideko George
2. Cutting shapes - Don Diablo
3. Don't Leave - Snakehips ft.MO
4. Move your body - Sia (Alan Walker remix)
5. No Lie - Sean Paul ft. Dua Lipa
6. Not in love MO ft. Kent Jones
7. Ritual - Marshmello
8. Rockabye - Clean Bandit ft. Sean Paul & Anne Marie
9. Shape of you - Ed Sheeran
10. Tutto molto interessante - Fabio Rovazzi

Spazio Novità (Emergenti On Air)

  • Alesya - Vertigine
  • Davide Campisi - Democratica
  • Inedito Italiano - Fino a quando
  • Joe Ivi - Il tuo vero vestito
  • Nc247 - La mia testa è un coffee shop
  • Riccardo Inge feat. Cranio Randagio - Cosa resterà di noi
  • Achille Lauro (Feat. Coez, prod. By frenetik & Orang3 x Boss Doms) - Ascensore per l'inferno

Video del mese

Promo discografiche

APP Smartphone

Scarica le App di Radio Amore

L'Avvocato Osserva

" L'Avvocato Osserva! "

 

" L'Avvocato Osserva " è la nostra rubrica di diritto civile, curata dall'Avvocato Ermanno S.D. Santorelli.

" L'Avvocato Osserva " va in onda tutti i martedì alle 10:30, ed in replica alle 18:30

I vostri quesiti di diritto saranno letti e analizzati in diretta, inviateli all'indirizzo avvocato@radioamore.it

Vi aspettiamo!

 

Quando la realtà supera la fantasia...

Gentili lettori,

ritorno con un mio articolo dopo una breve pausa motivata da una serie di impegni professionali, per affrontare una problematica di cui, tanto per cambiare, nessuno parla.
Premetto che quanto dirò appresso non vincola in alcun modo la categoria cui appartengo ma soltanto me stesso.
Parlerò del giornalismo in generale per esprimere tutto il mio disappunto per come vengono trattate le notizie.
Il presente articolo ovviamente non è rivolto a un giornalista in specifico o alla categoria in generale in quanto tutti sappiamo l’importanza del ruolo, anche sociale, che riveste, così come sappiamo che in Italia ci sono tantissimi giornalisti straordinari.
Io mi riferisco al giornalismo in generale per constatare che mi farebbe piacere leggere sui giornali notizie complete, senza possibilmente avere una visione soltanto parziale degli avvenimenti.
La cronaca di tutti i giorni è ricca di eventi buoni o cattivi riportati sui giornali che qualche volta a mio modesto parere non vengono approfonditi.
Mi riferisco, in particolare, all’ultimo caso di cronaca relativo al neonato rapito nell’Ospedale di Nocera nel Salernitano.
Attraverso i mass/media abbiamo sentito le testimonianze della mamma naturale, del padre, della mamma “adottiva” e del convivente.
Addirittura sono stati intervistati i colleghi della rapitrice che, come è noto, è dipendente della struttura ospedaliera “A. Cardarelli” di Napoli. Ma la gente comune tra cui annovero me stesso si domanda: “Ma è normale che a tre ore dal parto, un estraneo si intrufoli in un Ospedale e con la massima serenità si prenda un bambino appena nato e lo porti comodamente a casa sua?”
Io credo proprio di no e mi domando come mai i dirigenti della suddetta struttura sono ancora al posto loro così come i responsabili della sicurezza?
Mi domando come è possibile che nessuno si è accorto di nulla?
Allo stato non sappiamo se vi sono indagini in corso per accertare le responsabilità di qualche amministratore sanitario.
A me, infatti, non colpisce il fatto che una signora, forse squilibrata, avesse fatto quest’atto assurdo ma il fatto che abbia potuto farlo liberamente.
Mi colpisce, inoltre, la circostanza che la stessa è una infermiera del più grande ospedale del mezzogiorno possa rapire i bambini appena nati o simulare una gravidanza nell’indifferenza generale (i colleghi la consideravano equilibrata).
Non capisco perché sui giornali non vengano messi in risalto questi aspetti e soprattutto non ci si pongano le stesse domande.
Ma perché la collettività deve pagare una struttura ospedaliera e accettare passivamente tutto quello che ivi succede?
Perché invece di parlare di Berlusconi e delle sue preferenze sessuali dalla mattina alla sera o di presunte o vere indagini nei confronti di questo o quel politico non cerchiamo di capire, tutti insieme, con l’aiuto dei giornali, cosa succede al sistema Italia?
Perché una volta tanto non si rema tutti nella stessa direzione e si cerca di capire come migliorare questo paese ormai alla deriva?
Perché invece di fare inchieste giornalistiche che spesso si rivelano faziose a prescindere dalla appartenenza a questo o quel partito, non cerchiamo di affrontare meglio le questioni più importanti?
 Mi piacerebbe, giusto per restare in tema, che dopo l’episodio di cronaca sopra menzionato, i cittadini possano sentirsi più sicuri almeno quando sono ricoverati negli ospedali.
Mi appello quindi alla magistratura affinché possa aiutarci nel raggiungimento dell’obiettivo e mi appello ai giornali affinché possano dare il proprio contributo e aiutarci a capire il perché qualche volta la realtà supera la fantasia!

Napoli, 10 giugno 2010

Avv. Ermanno S.D. Santorelli

 

Leggi gli articoli precedenti :

Lippi e i mondiali

Vergogna! Parte III - The End

Vergogna! Parte II

Vergogna!

Napoli - Parma 2-3

Le bellezze della Campania

L'Europa

 

Vergogna! Parte III - The End

Gentili lettori,


purtroppo ancora una volta i fatti mi hanno dato ragione e così domenica sera, dopo il pareggio dell’Atalanta e la vittoria della Roma, si è giocata a mia memoria la partita più assurda e ridicola di sempre ovvero Lazio – Inter.
Come sempre mi permetto sul caso di fare alcune considerazioni:
1.    i tifosi della Lazio non volevano che la Roma vincesse lo scudetto e così hanno “invitato” i propri giocatori a non giocare;
2.    l’Inter ha quindi vinto facile e con ogni probabilità vincerà il campionato e così l’intento dei laziali sarà raggiunto.
Purtroppo però si da il caso che esista un codice della giustizia sportivo che all’art. 1 così recita: Doveri e obblighi generali – le società, i dirigenti, gli atleti, i tecnici, gli ufficiali di gara e ogni altro soggetto che svolge attività di carattere agonistico, tecnico, organizzativo, decisionale o comunque rilevante per l’ordinamento federale, sono tenuti all’osservanza delle norme e degli atti federali e devono comportarsi secondo i principi di lealtà, correttezza e probità in ogni rapporto comunque riferibile all’attività sportiva.
Nessuno dubita che in campo domenica sera è scesa soltanto l’Inter e i tifosi Laziali non hanno nascosto la volontà di far perdere la partita alla propria squadra.
Secondo voi i giocatori della Lazio si sono comportati con lealtà e correttezza sportiva?
Le possibili risposte sono due: a) si, hanno soltanto subito la presenza dei tifosi che tifavano contro; b) no, così come i tifosi, non hanno consentito alla Roma di avere ulteriori possibilità scudetto.
A me non interessa se la risposta corretta sia la a o la b in quanto comunque nella capitale si hanno due squadre prestigiose che o subiscono i loro tifosi in tutto e per tutto (leggasi derby rinviato per motivi inesistenti e Lazio - Inter) o a prescindere dai tifosi si odiano all’inverosimile.
Quello che a me interessa è sapere se le regole vengano rispettate o meno.
Sul punto mi piacerebbe sentire e conoscere il pensiero dei capi delle istituzioni, dei dirigenti, vorrei sentire cosa ne pensa della partita il Presidente della Federcalcio Abete, il Presidente della Lega, del Coni e il Presidente dell’associazione calciatori.
Perché se loro che comandano nel calcio mi dicono che i giocatori della Lazio hanno falsato un campionato per paura dei tifosi è un discorso perché tocca l’aspetto per così dire psichico ma se al contrario mi dicono che la partita è stata una farsa a prescindere dai tifosi, allora il discorso da farsi è ben diverso. Sarebbe stato violato il codice di giustizia sportiva in quanto i calciatori della Lazio non hanno giocato con lealtà e correttezza come il codice impone con le conseguenze del caso.
Ma, sarà strano, a oggi mercoledì nessuno di loro ha parlato!
Come mai? Non vorrei che il loro fosse un ruolo di mera facciata in quanto immagino che abbiano (Presidente FIGC, Coni) un lauto stipendio!

 Gli ultimi 25 campionati si sono caratterizzati per lo strapotere calcistico di tre grandi squadre con alle spalle grandi mezzi e grandi investimenti, mi riferisco ovviamente  a Juventus, Milan e Inter, alcune di queste, come è emerso con calciopoli, hanno addiritturaritenuto (non contente di avere comunque le squadre più competitive) di violare il codice di giustizia sportiva per avere determinati vantaggi.
Ma Roma e Lazio?
La Lazio nell’era Cagnotti ha vinto solo uno scudetto ma, ricordiamolo, aveva in squadra gente come Guascoigne, Nesta, Vieri, Stankovic, Mancini, Boksic e tantissimi altri.
La Roma di Capello, pure ha vinto un solo scudetto con Totti, Montella, Del vecchio, Batistuta in attacco ma in quegli anni avrebbe potuto e dovuto vincere di più perché era certamente la squadra più forte!
E Poi? Qualche Coppa Italia perché lo strapotere delle squadre del nord, questa è la verita, è ben diverso.
Le squadre romane, per tutti questi motivi, dovrebbero smetterla di farsi la guerra e dovrebbero trovare delle sinergie congiunte, trovare canali amichevoli con le altre importanti realtà del sud quali Napoli e Palermo.
Al contrario Totti fa il gesto del pollice verso il basso (serie B), i tifosi della Lazio fanno falsare una partita per non far vincere lo scudetto ai romanisti che, si badi bene, sono comunque i loro fratelli, nipoti, talvolta genitori e amici.
A Roma è bene precisarlo si fidanzano laziali con romaniste e viceversa, si sposano, diventano genitori si esce tra amici di fede opposta e poi? Se una delle due squadre sta o potrebbe vincere il campionato si trasformano e remano contro.
Alla fine quale risultato logico si ottiene? Nessuno e lo scudetto, come nel caso di specie, lo vince ancora una volta l’Inter.
E quale sarebbe la soddisfazione?
Durante la giornata si è amici e la domenica ci si odia ma come è possibile?
Forse non tutti i romani ricordano che la Lazio vinse un grande e meritato scudetto grazie al Perugia del romanista Gaucci che impose ai suoi giocatori di giocare con impegno contro la Juventus nell’ultima giornata di campionato.
Il Perugia, ribadisco del romanista Gaucci, vincendo con la Juve consegnò lo scudetto alla Lazio. Se Gaucci non si fosse fatto rispettare dai suoi giocatori, la Lazio non avrebbe vinto nessuno scudetto e magari, tenuto conto degli ingenti investimenti effettuati e del crack di Cragnotti, avrebbe rischiato il fallimento.
Amici romani, romanisti e laziali, così come siete amici e parenti nella vita quotidiana, andate a braccetto e fate gioco di squadra (nel rispetto delle regole) per cercare di battere il nord che comanda. Il vostro scontro fratricida non porta a nulla se non  ad aumentare il gap con lo strapotere di Milano e Torino nel calcio!
Sul punto ricordo che quando Juventus e Milan intrattennero rapporti commerciali per un decennio si alternarono nel vincere lo scudetto!    

Avv. Ermanno S.D. Santorelli

Leggi gli articoli precedenti :

Vergogna! Parte II

Vergogna!

Napoli - Parma 2-3

Le bellezze della Campania

L'Europa

 

Lippi e i mondiali

Gentili lettori,

dopo aver ormai archiviato il campionato di calcio del Napoli con un più che onorevole sesto posto, girando pagina, è giunto il momento di prepararci ai mondiali che come tutti sanno per la prima volta si giocheranno in Africa.
Purtroppo, ahimè, ritengo doveroso soffermarmi sulla lista dei 30 preparata dal Mister Lippi che tanto sta facendo discutere gli “addetti ai lavori”. Sebbene io non faccia parte di questa categoria esercitando come è noto la professione di Avvocato, mi permetto di fare le solite mie osservazioni libere e precisamente:
1.Lippi ha vinto con pieno merito i mondiali del 2006 e per questo prestigioso e storico traguardo tutti lo abbiamo ringraziato. Ma immediatamente dopo la finale, nonostante l’avessero pregato di rimanere, non guardò “in faccia” a nessuno e si dimise e la nazionale fu affidata a Donadoni il quale, diversamente dal Berazot post-mundial ’82 riuscì ad ottenere una brillantissima qualificazione e l’Italia fu eliminata agli Europei del 2008 soltanto ai quarti di finale con i calci di rigore dalla squadra che comunque vinse alla grande il campionato: la Spagna.
2.L’Italia di Donadoni vide la chiamata di due nuove stelle nella persona di Totò Di Natale e Antonio Cassano, il quale ultimo a mio modesto parere, fece un ottimo europeo. L’intento di svecchiare la nazionale sia per quel che concerne i senatori che per l’età era evidente e certamente più che condivisibile.
D’altronde è notorio che i giocatori, dopo aver vinto la più importante e prestigiosa competizione mondiale di calcio hanno un evidente stato di appagamento. Nella storia, infatti, rarissimi sono i casi di giocatori bicampioni del mondo!
Ma come tutti sappiamo Donadoni fu mandato via perché la federcalcio aveva deciso di far tornare mister Lippi che nel frattempo evidentemente aveva cambiato idea e così azzerando tutto il lavoro del precedente commissario tecnico il redivivo mister decise di ripresentare il blocco della juventus, squadra a cui, come è noto, è alquanto affezionato.
E così mister Lippi, dopo una sofferta qualificazione ottenuta ai danni della scadente Irlanda, ha diramato la lista dei 30 “palpabili” in azzurro.
Da questa lista, che non condivido affatto, emerge con la massima chiarezza la sua filo-juventinità con la scandalosa convocazione di ben 8/9 giocatori bianconeri, di cui almeno la metà praticamente quest’anno mai ha giocato o ha giocato male!
Mi riferisco in particolare alle convocazioni di Camoranesi, Iaquinta, F. Cannavaro, Grosso.
Senza considerare le convocazioni di “mera riconoscenza” a giocatori che quest’anno erano infortunati o spesso in panchina nel Milan quali Gattuso e Zambrotta!
Ma, mi domando, che razza di convocazioni sono?
I mondiali si giocano ogni quattro anni, perché dobbiamo giocarli con una squadra piena di gente mezza infortunata, demotivata che comunque non è in grado di giocare come al precedente mondiale?
L’orgoglio di vestire la maglia azzurra deve essere ricollegabile a un presunto debito di riconoscenza, o peggio a un vecchio rapporto di amicizia?
Credo proprio di no! Ogni giocatore che ci rappresenta ai mondiali deve meritarlo perché un qualsiasi commissario tecnico (tra l’altro profumatamente pagato!) ha l’obbligo e il dovere di presentare ai mondiali la squadra più competitiva e più rappresentativa degli interessi nazionali.
Lippi non ha convocato i più meritevoli!   
Avrebbe dovuto, infatti, chiamare una nuova generazione di campioni quali certamente Santon, Balotelli e Cassano nell’ambito di un processo di ringiovanimento della nazionale e a questi aggiungere gente magari non più giovanissima ma che comunque ha fatto un ottimo campionato.
Mi riferisco ad esempio al grande Paolo Cannavaro che certamente nulla ha da invidiare a Bonucci.
Scandalosa è la mancata convocazione del giocatore italiano più rappresentativo del nostro calcio in questo momento: Antonio Cassano!
Pretendo che Lippi spieghi con chiarezza i motivi della sua esclusione che si badi bene non sono di tipo comportamentale in quanto prima Mazzarri, poi Del Neri hanno sempre sottolineato il comportamento più che professionale del campione barese.
Anche i suoi compagni di squadra ne hanno “tessuto” le lodi.
Né Lippi può affermare che la Samdoria e cassano abbiano fatto un brutto campionato, e allora?
La verità cari lettori è che Cassano non è stato convocato per motivi né tecnici né comportamentali, Cassano non è stato convocato per motivi esclusivamente  personali del tecnico!
E’ Gravissimo il nostro rappresentante, in barba ai tifosi e per motivi strettamente legati alla sua persona, non ha convocato il migliore nostro giocatore!  
Mister, ma chi ti credi di essere?
Napoli, 12 Maggio 2010

Avv. Ermanno S.D. Santorelli

 

Leggi gli articoli precedenti :

Vergogna! Parte III - The End

Vergogna! Parte II

Vergogna!

Napoli - Parma 2-3

Le bellezze della Campania

L'Europa

 

Vergogna! Parte II

Gentili lettori,


questo articolo è da intendersi quale prosecuzione del precedente in quanto è notizia recente che il Casms, Comitato Analisi per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive, ha concesso l’autorizzazione ai tifosi del Napoli ad andare a Chievo Verona, città che notoriamente non ha molti apprezzamenti per la nostra città.
Viene il fondato sospetto che detta apertura sia ahimè motivata da una sorta di “amnistia” per i noti e recenti fatti di Lazio-Roma.
Ma, come sappiamo, la Legge è (o dovrebbe essere) uguale per tutti e così come sono stati penalizzati i napoletani per tutto questo campionato sarebbe stato quanto meno opportuno squalificare i tifosi di Roma e Lazio.
Non me ne vogliano questi ultimi in quanto con il presente articolo non intendo criminalizzare nessuno.
Pretendo semplicemente univocità di giudizio e il rispetto del principio di uguaglianza tra i comportamenti di tutte le tifoserie.
Ho molto apprezzato, infatti, all’inizio di Napoli – Cagliari, lo striscione apparso in curva “B” ove gli ultrà comunicavano tutti il loro disappunto e la volontà comunque di non andare a Verona.
Ma non è tutto perché, come sappiamo, sabato e domenica si giocheranno delle partite decisive per lo scudetto e per la salvezza.
Considerato che mancano solo tre giornate alla conclusione del campionato, appare assurdo che sabato si giochi Parma - Roma con la possibilità per l’Inter di conoscere in anticipo il risultato ed eventualmente optare per il pareggio.
Senza considerare che domenica pomeriggio si giocherà anche Atalanta – Bologna che in caso di pareggio darà la certezza della salvezza alla Lazio (che giocherà domenica sera) che potrà optare per un tranquillo pari o potrà non giocare per vincere come sembra chiedano i tifosi biancocelesti.
Credo che a poche giornate dal termine per non falsare il campionato sarebbe stato opportuno far giocare tutte le partite in contemporanea.
Pensate all’adrenalina derivante da un turno così particolare del campionato da giocarsi in diretta su tutti i campi.
Inter – Barcellona
Non posso non aprire una finestra sulla semifinale di Champion per sottolineare la grandezza di Mourinho e dell’Inter che ha un mix di forza e tecnica che, secondo me, non ha eguali al mondo.
Assistere, infatti, alla partita di Etò e Milito che, in alcuni casi, facevano addirittura i terzini, è stato commovente, anche perché parliamo di grandi campioni!
L’inter nella doppia partita, inoltre, ha impartito a tutti una lezione di calcio, di attacco nella gara di andata e di difesa a oltranza a Barcellona, retta da un vero e proprio muro dei due centrali più forti del mondo: Samuel e Lucio!

Avv. Ermanno S.D. Santorelli

Leggi gli articoli precedenti :

Vergogna!

Napoli - Parma 2-3

Le bellezze della Campania

L'Europa